Navigare Facile

Storia

La Storia di Monsummano Terme

Il primo insediamento umano a Monsummano Terme risale agli inizi dell'XII secolo, quando si hanno notizie del Castello che, di proprietÓ di famiglie locali, venne poi ceduto al Comune di Lucca per diventare infine centro degli scontri tra Fiorentini e Lucchesi, da cui ebbero la meglio i primi alla metÓ del Trecento.

Inizi˛ per il Paese un periodo di crisi: i percorsi viari si interruppero e il borgo dovette far fronte a una rapida decadenza. Poco pi¨ tardi Monsummano Terme entr˛ nell'orbita della Lega della Valdinievole che si oppose fermamente all'espansioneá di Firenze.

L'origine della cittadina ai piedi del colle risale invece al Seicento in seguito al ritrovamento di una fonte nelle vicinanze di un tabernacolo dove si trovava un'immagine della Vergine; per queste ragioni nel 1602 il Granduca Ferdinando ordin˛ la costruzione di un grande Santuario in onore della Madonna detta appunto della Fontenuova. Agli inizi del Settecento il paese pass˛ in mano a Pietro Leopoldo di Lorena e dal 1815 fino a metÓ del XIX secolo fece parte del Granducato di Toscana.

Monsummano Terme lasci˛ un'impronta anche sul piano politico e letterario data la presenza in questo territorio del poeta Giuseppe Giusti e di Ferdinando Martini la cui ultima abitazione Ŕ ad oggi sede di un Museo; un grande aiuto allo sviluppo del paese venne dato dalle rinomate grotte termali conosciute per le peculiari proprietÓ terapeutiche.